Menu
Green Beauty

Sai cos’è il Digital Aging? Ecco come prevenirne i danni

Si sente spesso parlare di ‘Digital Aging’, ma forse non tutte sapete di cosa si tratti. 

Sì, perché è un fenomeno che ci riguarda solo da qualche anno, ovvero da quando siamo entrati nell’era dei computer e dei dispositivi mobili. 

Cosa succede alla nostra pelle? Siamo esposte ogni giorno, per ore, alle onde elettromagnetiche emesse dagli schermi. Queste onde surriscaldano i tessuti e aumentano l’evaporazione dell’acqua in essi contenuta. Ciò significa che la pelle si disidrata, perdendo elasticità e turgore. 

Non solo: davanti al computer o al telefonino assumiamo anche una postura del collo scorretta che, col tempo, provoca il doppio mento e le cosiddette rughe della marionetta intorno alla bocca.

Anche gli occhi ne risentono: secchezza e arrossamenti sono molto frequenti. 

Insomma, si scatenano una serie di processi che percepiamo nettamente a livello estetico, come testimoniano le tante indagini realizzate negli ultimi anni.

Noi di Balique, lo sapete, non siamo fanatici della perfezione a ogni costo, ma l’invecchiamento precoce causato, ad esempio, da lunghe sessioni di lavoro non lo vogliamo, giusto? Meglio che le rughe ci vengano per delle belle risate!

Cosa si può fare? 

Se non siete amanti dei trattamenti estetici, possiamo darvi un consiglio ‘do it yourself’, ovvero una buona abitudine da adottare a casa.

Oltre a un’accurata beauty routine, ci sono dei movimenti precisi per migliorare il tono e la microcircolazione della pelle. Si tratta di ginnastica facciale, l’avete mai provata?

Dovete sapere che esistono tantissimi esercizi per ‘allenare’ il viso proprio come si allena il corpo, stimolando le aree più a rischio.

Ormai se ne parla parecchio: basta che li cerchiate su internet e vi appariranno tanti tutorial, ciascuno mirato a far lavorare dei muscoli facciali specifici.

Vanno fatti ogni giorno, anche per pochi minuti, davanti allo specchio, mentre lavate i piatti, mentre lavorate in giardino… Sono semplici e, diciamolo, anche un po’ buffi. 

Il nostro preferito è quello che agisce su collo flaccido e doppio mento. 

Come si fa? Fissate le mani alla base del collo. Sollevate il mento e immaginate il movimento di un pesce dentro un acquario che cerca cibo sulla superficie dell’acqua. La vostra bocca deve imitare quel movimento: tendete i muscoli del collo verso l’alto, aprite e richiudete la bocca a ritmo regolare sollevando il più possibile la mascella. Ripetete per almeno un minuto, fino a quando sentirete la pelle che vi tira e pizzica un po’!

Provate a farlo ogni giorno e noterete la differenza!

No Comments

    Leave a Reply