Menu
Tempo libero

Operazione orto: lavorare la terra come terapia del vivere sano

Molte di voi lo facevano già da prima, altre l’hanno scoperto proprio durante il lockdown.
Di cosa stiamo parlando? Dell’orto!
Orto inteso come grande o piccolo appezzamento di terra da coltivare, ma anche come minuscolo angolo di balcone o terrazzo in cui vi siete date alla cura di piantine aromatiche o altri frutti della natura.

Parliamo dell’orto vero e proprio. Sapete cosa si semina a maggio? Questo è il periodo di angurie, meloni, barbabietole, bietole da coste, cardi, carote, cetrioli, fagioli e fagiolini, insalate (lattuga, lattughini, indivia, rucola, scarola), pomodori, melanzane, peperoni e peperoncini, zucca e zucchini eccetera. O anche, appunto, piantine aromatiche, se avete un balcone.

Coltivare un orto porta moltissimi benefici: il primo è sicuramente quello alimentare, perché mangerete cibi sani che sono letteralmente a chilometro zero.
Inoltre, si fa attività fisica: lavorare la terra vi mette in movimento, vi fa stare all’aria aperta e vi fa anche prendere un po’ di sole, il che significa una buona iniezione di vitamina D.
Infine, ritrovare il contatto con la natura fa bene allo spirito: dedicarsi all’orto è un modo per staccare con il mondo e lo stress quotidiano e d entrare in una specie di ‘stato di grazia’ dove contano solo il ‘qui e ora’.
Siete voi e le vostre piantine, voi e la natura. E, dal vostro impegno, nasceranno dei frutti.
Mettere le mani nella terra, stupirsi della vita che cresce, del profumo degli aromi… Sono tutte attività che aiutano a scaricare le tensioni diminuendo ansia e irritabilità.
Non solo. Coltivare la terra vi insegna ad avere pazienza. Sì, perché i cicli delle piante trasmettono il senso del tempo e delle stagioni. Bisogna imparare ad aspettare il momento giusto per raccogliere i frutti del proprio impegno e del proprio lavoro.

Dà tanta soddisfazione!

Sapete poi che esiste anche una vera e propria ‘ortoterapia’? E’ stato dimostrato che l’impegno di una persona in attività di giardinaggio (garden therapy), orticultura, cura delle piante con l’assistenza di un terapista esperto, permette di ottenere ottimi risultati. Per questo i progetti di giardini terapeutici sono molto utili per i pazienti che devono piantare, annaffiare, potare e mettersi in gioco per far crescere qualcosa di buono.

Come attrezzarsi per le vostre giornate all’aperto? Vestiti comodi e larghi, crema solare con spf dal 30 in su e cappello o foulard per proteggere testa e capelli dal sole. A proposito di capelli: dopo una giornata di lavoro necessitano di un bel lavaggio e di un’idratazione profonda con Shampoo e Maschera Balique. Perché, ormai lo sapete, anche i… bulbi dei vostri capelli vanno tenuti con cura! ☺

No Comments

    Leave a Reply