Menu
Me time

Smart Working? Come creare una postazione di lavoro produttiva e sana

Lo smart working è ormai diventato parte della nostra quotidianità. Secondo recenti indagini, infatti, anche in seguito alla pandemia, sono tantissime le persone che lavorano da casa e il trend sembra essere ormai in crescita anche per il futuro.

Proprio per questo, è di fondamentale importanza darsi delle regole e, soprattutto, creare una zona dedicata esclusivamente al proprio lavoro.
Il rischio è quello di non distinguere più l’ambiente domestico da quello lavorativo, con le conseguenze che ne derivano.

Qualche esempio? Ritrovarsi a fare call con la camicia e il pigiama sotto, lavorare dal letto o sul tavolo della cucina, ritrovarsi sommersi da carte e documenti in ogni parte della casa e anche perdere l’abitudine di prendersi cura di sé e della propria immagine.
Quando si lavora da casa con questo approccio poco sano, si finisce quasi per sentirsi ‘malati’, alienati dal mondo e risucchiati in un vortice di stress costante.

Cosa fare per trovare un equilibrio?
Prima regola: puntate la sveglia a un orario preciso e vestitevi per bene. Ok, vi concediamo anche abiti comodi, ma diciamo tassativamente no al pigiama.
Sistemate i capelli – sempre puliti e idratati, visto che esiste un ottimo shampoo per lavaggi frequenti come il nostro Shampoo – e passatevi almeno un po’ di mascara sugli occhi che vi fa subito lo sguardo vispo o un lip balm per mantenere le labbra morbide. Non dimenticate di idratare la pelle, soprattutto se prevedete di passare ore al computer.

A proposito di computer: dovreste trovare una postazione per lavorare che vi aiuti a stimolare la creatività e garantisca il vostro benessere. L’ideale è una scrivania – o un tavolo – vicino a una finestra con luce naturale per favorire il buonumore e l’attività cerebrale.

Gli esperti consigliano anche di tenere vicino alla postazione delle piante da interno. Il contatto con la natura, infatti, rilassa e trasmette vibrazioni positive.

Un altro suggerimento utile è quello di puntare anche sull’aromaterapia: utilizzate qualche goccina di olio essenziale energizzante – all’arancia, alla menta, all’eucalipto, al limone – per sentirvi cariche di energia.

Non scegliete ambienti troppo caldi, areateli spesso e selezionate con cura la vostra sedia, cercando di mantenere una postura eretta per evitare acciacchi nel lungo periodo.

Ogni 30 minuti, fate una piccola pausa per sgranchirvi le gambe e distogliere l’attenzione dal lavoro. Anche un po’ di stretching è un’ottima idea. Queste mini pause sono importanti per far riposare la mente e farla riprendere a lavorare con più sprint.

Infine, datevi un termine: cercate di non lavorare fino a sera tardi, ma a un orario prestabilito spegnete i device, mettete da parte le scartoffie e dedicatevi a voi stesse o a chi vi vuole bene.

No Comments

    Leave a Reply